È arrivato il nuovo iPhone 12, tutte le novità in tempo reale! – Vivere Smart

È arrivato il nuovo iPhone 12, tutte le novità in tempo reale!

La presentazione ufficiale della nuova linea di iPhone è avvenuta il 13 Ottobre, in ritardo di un mese rispetto alle date annunciate ad inizio anno. Si tratta del modello più innovativo mai prodotto dalla casa americana, anche più del modello X al momento del suo lancio. Se non sei aggiornato sulle novità in campo continua a leggere, troverai tutte le tue risposte!

Design confermato, si torna al passato

Come vi abbiamo anticipato nel nostro articolo in super anteprima, non tutte le versioni del nuovo iPhone sembreranno nuove. Questo perché la casa ha deciso di affidarsi alle dimensioni e allo stile dei suoi prodotti più vecchi, puntando ad un aspetto squadrato, spigoloso e meno sinuoso: un ritorno al passato vero e proprio! Il nuovo design infatti richiama quello dei vecchi iPhone 4 e 5, ed in più Apple ha deciso di sostituire la colorazione Verde Notte con un più calmo Blu Pacifico.

Nuove specifiche senza precedenti: processore e 5G

Processore A14

Il nuovo iPhone 12 sarà dotato di processore A14, introdotto durante la presentazione dell’iPad Air in occasione dell’evento Times Fly. La novità di questo processore sta nella velocità: il processo produttivo a 5 nanometri permetterà al nuovo iPhone di avere la velocità di un MacBook Pro, prestazione più alta del 20% rispetto al suo predecessore, l’A13. Purtroppo i vantaggi che questa nuova tecnologia avrebbe riportato in fattori di consumo non gioveranno all’autonomia, a causa degli altissimi consumi richiesti dalla tecnologia 5G.

Connessione 5G

La connettività 5G porta un’altra ondata di innovazione nel mondo degli smartphone Apple, la quale gestirà questa tecnologia come nessuno prima di lei. L’obbiettivo principale è compensarne gli altissimi consumi e a questo scopo è stata integrata la tecnologia “smart data mode”, capace di cambiare rete da 4G a 5G quando necessario.

L’attesissimo LiDAR

Eh si, proprio come ci aspettavamo i nuovi iPhone 12 saranno dotati dell’efficientissimo sensore LiDAR che fino ad oggi è rimasto un piccolo mistero senza utilità approvate. Ora sappiamo con certezza che questa tecnologia sarà sfruttata per ottenere a livello fotografico risultati mai visti, enorme profondità, messa a fuoco precisa e una gestione luci degna delle migliori lenti. E piccolo spoiler: sarà utilissima quando Apple concluderà i suoi progetti riguardo alla realtà virtuale!

Un nuovo iPhone tra i nuovi iPhone

E si confermano i leak sulle dimensioni dei nuovi modelli, che sono ben 4 per la prima volta nella storia. Le dimensioni saranno:

  • iPhone 12 mini – Display da 5,4 pollici
  • iPhone 12 – Display da 6,1 pollici
  • iPhone 12 Pro – Display da 6,1 pollici
  • iPhone 12 Pro Max – Display da 6,7 ​​pollici

Quello che più stranizza è il modello iPhone 12 mini, decisamente più piccolo dei suoi predecessori più recenti, ma con dimensioni analoghe al modello 5S, nonostante lo schermo occuperà una superficie molto più grande dei vecchi 4 pollici, anche grazie all’assenza del touchID sostituito dal FaceID.

Il nuovo schermo sotto e sopra

E sempre riguardo agli schermi ecco una delle novità più attese: gli schermi OLED. Mentre prima questa tecnologia era riservata solo ad alcune versioni, in questa gamma tutti i prodotti (dall’iPhone 12 mini al iPhone 12 Pro Max) saranno dotati di schermo OLED. Ma non emozionatevi troppo, si prevede che già dalla prossima gamma Apple passerà alla tecnologia microled, un’evoluzione tutta da vedere.

Resistenza mai vista

Il vetro decorativo sul retro del cellulare, che spesso mette in ansia perché esposto agli urti anche più di quello frontale, sarà realizzato in modernissimo Ceramic Shield, fino a 4 volte più resistente del solito vetro.

Nuova fotocamera con sensori futuristici

Esteticamente non ci saranno variazioni sostanziali rispetto all’iPhone 11, ma sono i componenti delle nuove fotocamere a stupirci:

  • iPhone 12 Pro Max, avrà uno zoom aumentato di 5x, un sensore grande quasi il doppio rispetto al vecchio e uno stabilizzatore magnetico.
  • iPhone 2 Pro avrà uno zoom 4x e ben due stabilizzatori ottici, in più come ogni modello Pro che si rispetti supporta la modalità “Apple ProRaw” che consente una grande flessibilità di ritocco.
  • iPhone 12 standard e 12 mini hanno due lenti (wide e ultrawide) ma apertura migliorata da fi.8 a f1.6, con Night mode migliorato in entrambi.

Una seconda batteria sempre con te: il MagSafe

Con il lancio del nuovo iPhone, Apple ha annunciato la messa in vendita del MagSafe su misura. Si tratta di un aggancio magnetico per la ricarica wireless che utilizza un sistema di magneti sul retro dello smartphone per agganciarsi in modo saldo. Ha una capacità di 15W che trasferisce al cellulare quando necessario attraverso i magneti, che sono utili anche per l’utilizzo di altri accessori che non sono ancora stati resi noti se non da aziende di un certo calibro come Amazon.it.

Spariti gli accessori iPhone 12 in dotazione

E come abbiamo appena accennato, Apple sta puntando ad una nuova linea di accessori anche se quelli in dotazione diminuiscono. Nella scatola non troveremo il caricatore, così come non sarà presente con Apple watch 6, mentre sarà incluso un cavo USB-C in gomma e non in tessuto, come promesso in precedenza. Insomma, si punta tutto su MagSafe.

Una nuova modalità di lancio

Insieme a tutti i cambiamenti che vi abbiamo descritto fino ad ora anche le modalità di lancio cambiano, forse condizionate dalla situazione sanitaria che il mondo sta fronteggiando. Il nuovo lancio sarà diviso in fasi, per cui i modelli non saranno venduti tutti nello stesso giorno ma in periodi separati, questo l’ordine:

  • le versioni iPhone 12 e iPhone 12 Pro sono state disponibili al preordine dal 16 ottobre e alla vendita dal 23;
  • le versioni iPhone 12 mini e iPhone 12 Pro Max sono disponibili al preordine a partire da oggi, 6 novembre, e saranno in vendita nei negozi il 13 novembre.

Si tratta di un mese di differenza tra un lancio e l’altro alla cui base troviamo problemi di gestione di produzione, pare infatti che i componenti e l’ingegnerizzazione non siano facilmente reperibili, per cui i modelli più innovativi si faranno attendere. Non escludiamo però che potrebbe trattarsi di una semplice (e furba) strategia di marketing, perché si sa: l’attesa per il piacere è essa stessa il piacere!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.