Il primo film girato nello spazio, Tom Cruise tra gli astri

Il futuro è già qui! L’era degli effetti speciali è finita, se prima le ambientazioni spaziali venivano ricreate attraverso innovative tecnologie a partire dal 2021 sarà il set a lasciare l’atmosfera terrestre per dirigersi nell’infinito. È incredibile pensare che un uomo qualunque, Tom Cruise, dotato di grande talento, avrà il privilegio di imbarcarsi in una fantastica avventura.

Un grande attore per un grande progetto

Tom Cruise, star protagonista di pellicole famosissime come “Mission Impossible” sarà spedito sullo spazio dalla NASA per girare un film direttamente sulla ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. La notizia arriva direttamente dagli amministratori della famosissima agenzia spaziale statunitense tramite un tweet entusiasta:

Lo zampino della NASA, futuro o interesse economico?

Inutile dirlo, questo progetto è chiaramente una mossa di marketing molto furba della NASA, che non è nuova nel campo delle furbizie pubblicitarie, la più famosa è il ritorno al vecchio logo avvenuto qualche hanno fa che ha emozionato tutto il mondo creando un giro di merchandising fuori controllo.

È plausibile l’idea che l’azienda voglia sfruttare il viso conosciuto di Cruise per sponsorizzare il progetto la privatizzazione della stazione spaziale, attualmente pagata con i fondi pubblici americani. Se il progetto andasse a buon fine la NASA potrebbe tornare ad occuparsi dei suoi progetti futuristici che tutti attendiamo: il ritorno sulla Luna e l’approdo su Marte.

Tanta curiosità e tantissimi fondi

L’attore lascerà la terra in compagnia di Doug Liman, regista del film. Di questo però non si sa molto, non è stata resa pubblica né una trama né un titolo, tutto quello che possiamo già dedurre è la grande ambiziosità di questo progetto che sarà affidato al programma del comandante Michael Lopez-Alegria. Lopez piloterà la stazione spaziale commerciale di Axiom durante questa “missione turistica”.

I due saranno anche produttori del film, a quale è stato concesso un budget di 200 milioni di dollari, di cui circa 30 milioni saranno destinati solo alla retribuzione di Cruise. Non abbiamo altre informazioni ma questo evento più unico che raro farà la storia del cinema, dobbiamo però mettere in chiaro che il progetto non ha niente a he fare con il film “Mission Impossible” con lo stesso attore protagonista che valicherà le porte elle sale nel 2021.

Dove c’è Spazio c’è Musk

Ma come ci aspettavamo è impossibile che Elon Musk e la parola “Spazio” non camminino di pari passo. L’imprenditore americano ha subito risposto alla notizia del progetto con un altro Tweet:

Questo ci fa pensare che l’uomo sia più che coinvolto in questa opera tramite il suo progetto Space X, seguito dalla crew Dragon, che mira a portare centinaia di turisti nello spazio tramite shuttle super tecnologici. Il primo volo è previso per il 27 maggio 2021, potrebbe essere una buona occasione per portare Tom Cruise nello spazio, due piccioni con una fava!

La nuova frontiera del turismo: quello spaziale

Le grandi iniziative di Elon Musk negli ultimi anni hanno portato allo sviluppo di lanciatori spaziali riutilizzabili, che ridurranno sensibilmente i costi di lancio aprendo le porte di una nuova impresa: il turismo spaziale. È necessario fare un appunto, il turismo spaziale non è un fenomeno completamente nuovo: il primo uomo a parteciparvi fu Dennis Tito che per spendere una settimana di vacanza oltre l’atmosfera ha pagato più di 20 milioni di dollari. Incredibilmente non fu il prezzo eccessivo ad interrompere i viaggi di quel tipo, bensì i posti tutti occupati dagli astronauti della navetta russa Soyuz, che avendo priorità hanno occupato tutti i posti dei ricconi patiti di spazio.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 24 Gennaio 2021

    […] a dir poco futuristici. Mentre noi ci stupivamo per le auto elettriche d’ultima generazione, i film sullo spazio e i viaggi sulla luna, l’imprenditore sudafricano progettava un nuovo sistema fotovoltaico […]

  2. 14 Marzo 2021

    […] futuro è arrivato e possiamo dirlo forte! Dopo le auto elettriche, i film sullo spazio e i viaggi sulla luna ecco che arrivano le vacanze spaziali! La Orbital assembly corporation ha […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *