In giro per l’Italia: scopriamo la Sicilia! – Vivere Smart

In giro per l’Italia: scopriamo la Sicilia!

Oggi, dopo aver visto le fantastiche attrazioni della Sardegna, andiamo insieme alla scoperta della Sicilia, vedremo insieme quali sono i luoghi più belli da visitare, le spiagge più strabilianti e vi porteremo con noi all’interno della cultura di un’isola che è molto più di un luogo turistico.

La Sicilia e le sue Imprese

La Sicilia è la regione più grande d’Italia e ha una densità abitativa di 195 abitanti per km² divisi nei 390 comuni e 9 province che la compongono.

Qui le tradizioni sono il centro culturale ed economico della vita, e tra vino e cibo le aziende siciliane conquistano tutto il mondo. Sul territorio troviamo importanti nomi come i torroncini Condorelli, l’Amaro Averna e la Dolfin, produttrice dei ghiaccioli Polaretti. Per non parlare delle cantine sparse su tutta l’isola: Nero D’avola, Zibibbo, Moscato, Passito di Pantelleria! Insomma, nessuno va via sobrio dalla Siclia!

Cosa vedere in Sicilia

Il mare

Sicuramente il mare siciliano non ha nulla da togliere a quello dei Caraibi e delle Maldive, un potpourri di paesaggi che renderanno le vostre vacanze uniche. Passiamo dalle spiagge bianche di Agrigento alla sabbia nera di Lampedusa. Noi vi consigliamo di dare un’occhiata a queste spiagge:

  • Scala dei Turchi;
  • San VIto Lo Capo;
  • Macari;
  • Cefalù;
  • Scopello;
  • Cornino;

Le Isole

La Sicilia è circondata da tantissime piccole isole in cui sarà possibile vivere una vacanza davvero ultraterrena. Sono tutte facilmente raggiungibili dai porti delle città principali, quindi da Palermo e Trapani, ed è possibile soggiornare su ciascuna di esse per tutto il tempo che vorrete. 

In particolare noi vi consigliamo di visitare Favignana, Marettimo e Levanzo, tre isole di dimensioni diverse a largo di Trapani. Favignana è l’isola turistica per eccellenza, amerete perdervi tra le sue strade colorate sommersi dal profumo dei cibi tipici, inoltre potrete visitare la fantastica Tonnara Florio, centro culturale ed economico dell’Isola che oggi è stato trasformato in un museo mozzafiato. Marettimo invece è una piccola isoletta che si può visitare attraverso escursioni guidate che vi porteranno alla scoperta di antiche grotte ed incredibili paesaggi. In una delle grotte dell’isola potrete anche ammirare dei dipinti rupestri preistorici

E come possiamo dimenticare il mare? Queste isole sono un vero spettacolo della natura, sulle loro coste potrete ammirare spiagge di sabbia, di sassi, di scogli dai colori sgargianti ed invitanti. Scoprite tutte le cale di Favignana: Cala rossa, Cala azzurra, Bue marino e tantissimi altri posti fantastici che vi faranno desiderare di non tornare più indietro.

Le Saline

Come ogni isola che si rispetti anche qui sono presenti le saline antiche da cui ancora oggi viene estratto il sale marino. Potrete visitare quelle di Trapani e le Saline di Priolo (sicilia orientale) e in entrambi i luoghi, con un po’ di fortuna, da agosto a settembre potreste avvistare dei fantastici fenicotteri rosa! Uno spettacolo da non perdere. 

Tra archeologia, natura e storia

Una delle qualità della Sicilia non sempre valorizzate è l’enorme presenza di scavi archeologici, di musei e mostre suggestive. Vi consigliamo vivamente di visitare i siti archeologici di:

  • Selinunte (I templi greci);
  • Agrigento (Il giardino della Kolymbetra  e la Valle dei Templi);
  • Il museo archeologico regionale;
  • Le grotte della Gulfa;
  • Villa Adriana e Piazza Armerina;

E non è finita qui, se siete appassionati di natura ed escursioni non potete perdervi il Santuario di Santa Rosalia a Palermo, che si può raggiungere a piedi con un piccolo pellegrinaggio molto suggestivo sulle pendici dei Montepellegrino. Per non parlare dei laghi di Ficuzza, di Piana degli Albanesi, le riserve naturali dello Zingaro, di Torre Salsa, Capogallo e tantissimi altri luoghi emozionanti. 

E come possiamo non parlare dell’Etna? Il vulcano attivo più alto d’Europa è visitabile in qualsiasi periodo dell’anno sia indipendentemente che grazie a delle escursioni guidate. Sulle sue pendici ricoperte di resti Vulcanici è possibile ammirare i segni delle grandi eruzioni e come la natura è riuscita ad uscirne vittoriosa, uno spettacolo da non perdere.

Le eccellenze della Sicilia

L’artigianato 

La Sicilia è la terra madre di artisti ed artigiani, esperti nella produzione di manufatti di qualità come le ceramiche di Nino Parrucca e le sculture di Gabriele Veneziano. Ma non solo, dobbiamo anche citare le realtà innovative del territorio, come l’azienda Orange Fiber che ha brevettato tessuti sostenibili derivanti da scarti della produzione di agrumi siciliani. 

La cucina locale

La cucina siciliana è forse la più famosa d’Italia e, probabilmente, anche la più ricca in gusto e varietà. Passiamo infatti dai dolci come le cassate, i cannoli e le iris ai salati come i pezzi di rosticceria, le olive, gli anelletti al forno. I cibi siciliani sono frutto delle invasioni storiche che l’isola ha subito, e queste infiltrazioni hanno permesso la nascita di piatti che oggi sono parte della cucina tradizionale, come la caponata o la pasta con le sarde che hanno origini prettamente arabe. E come dimenticare le arancine (o arancini) che hanno tanto fatto parlare di sé: mentre i palermitani le chiamano Arancine, ricollegandole al frutto omonimo, il resto della sicilia invece utilizza il termine arancini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.